mercoledì 27 dicembre 2006

The Quintin Interviewing Show

Si sconsiglia la lettura a un pubblico cristianamente suscettibile .


Perchè siamo quì.
È solo uno dei tanti, infiniti “perché” che l’uomo si pone da sempre. Il conflitto tra Scienza e Religione, la vita dopo la morte, i miracoli, l’universo, la sua creazione, l’intelligenza umana. Probabilmente l’uomo non sarà mai in grado di rispondere a questi perchè.
A chi rivolgersi, quindi, se non a Colui che Conosce?

Buongiorno Signore.
Buongiorno signor Quintin.
Prima di cominciare vorrei ringraziarla per aver accettato il mio invito. So che lei è molto impegnato.
Si, ho molti impegni, mi dò un gran da fare. Sa com’è, Io vedo, provvedo…e tante altre cose. Un po’ di tutto, insomma.
Lei è il Signore della religione Cristiana, ma per cominciare vorrei farle qualche domanda che si discosta leggermente da questo argomento.
Non si preoccupi, sono preparato un po’ su tutto. [ride]
È stato Lei a dar forma al Creato?
È passato tanto tempo ormai, però mi sembra di si.
Quando è stato?
Nella notte dei tempi.
Che tradotto in anni significa…?
Lei non era ancora nato di sicuro. [ride]
Come mai decise di generare l’universo?
Si era rotto il mio Game Boy.
È sempre stato come lo conosciamo noi?
Il Game Boy?
No, l’universo.
Da quando lo creai le variazioni al suo interno sono state relativamente minime.
Relativamente a che cosa?
Alla sua estensione.
È infinito?
Non ricordo se è infinito o meno, di sicuro però è molto grande.
Prima del Creato cosa c’era?
Un’immenso spazio vuoto.
Privo di materia?
Esattamente.
Quindi Lei ha generato prima lo “spazio”, inteso come ente entro cui collocare fenomeni fisici, e successivamente ha generato la materia dal nulla?
Proprio così.
La Terra è anch’essa sempre stata come la conosciamo noi?
No, prima voi non c’eravate. [ride]
Gli alberi e gli animali esistevano?
Si, erano tutti nel giardino dell’Eden.
Cos’era questo “giardino dell’Eden”?
È il paradiso in terra.
“È”, quindi esiste ancora?
Non ufficialmente.
E dov’è?
Questa è un’informazione riservata.
Quando decise di creare Adamo ed Eva?
Dopo aver creato gli animali.
Sapeva già di che forma sarebbero dovuti essere?
Gli animali?
Adamo ed Eva.
Si. Li ho creati a colpo secco.
Come c’è riuscito?
Nei particolari?
No, a grandi linee.
Ho preso un po’ di fango ed è diventato Adamo.
E per la donna?
Nei particolari?
Non c’è bisogno.
Ho preso la costola di Adamo ed è diventata Eva.
Perché proprio la costola?
Anche questa è un’informazione riservata.
Perche creò le mele, dal momento che erano il frutto proibito?
Per vedere quanto avrebbero resistito senza mangiarle.
Quindi lei sapeva come sarebbe andata a finire?
Si. [ride]
Da ciò che mi ha detto sembra quasi che Lei abbia generato Adamo ed Eva solo per poi cacciarli dall’Eden, e lasciare così il Peccato anche alle generazioni future, se prendiamo in considerazione la necessità del Battesimo.
No. Io li ho generati per stare nell’ Eden insieme agli altri esseri viventi. Il fatto che Io sia onniscente e sapessi come sarebbe andata a finire non significa niente. [ride]
C’è una domanda che sicuramente molte persone si sono fatte. Come hanno fatto Caino e Abele [i figli di Adamo ed Eva, ndQ] a procreare?
Questo proprio non fa a dirglielo.
Tutte le persone che ora popolano questo pianeta sono state create indirettamente da Adamo ed Eva, quindi da Lei?
Si.
Le persone di altre religioni affermano il contrario.
Li lasci dire. [ride]
Quindi lei è il Dio di tutti, ma con nomi diversi.
Si, lo dicono tutti i cristiani.
Ma le regole non sono diverse di religione in religione?
Si.
Lei però ha sempre detto che noi uomini siamo tutti uguali, quindi perché dobbiamo sottostare a regole diverse?
Perché quando sono con gli altri mi dimentico di quello che faccio fare a voi e viceversa.
Ha la memoria labile?
Non me lo ricordo, però mi sembra di no.
Perché ha fatto scrivere i 10 comandamenti a Mosè?
Si era spuntata la biro.
Come ha fatto l'Angelo Gabriele a portare lo Spirito Santo dentro la Vergine?
Gabriele non me l'ha mai voluto dire. [ride]
Chi sono Gesù e lo Spirito Santo?
Me.
Ma Lei non è Dio?
Mi chiamavano Trinità.
Quindi gli altri chi sono?
In pratica sono sempre Io in forme diverse.
Perché cambiare forma?
Mi stufo facilmente.
Quindi Gesù in realtà era Lei?
No, era mio figlio.
Questa è una contraddizione.
In che senso, scusi?
Come fanno un padre ed un figlio ad essere la stessa persona?
Tecnicamente era lui, cioè, a livello fisico. Però ero io ad avere il controllo delle sue azioni mentre lui era cosciente. È un po’ difficile da spiegare. [ride]
Se ho capito bene, quindi, eravate due Persone nello stesso corpo?
Che storia, vero? [ride]
C’e chi pensa che la resurrezione di Gesù sia un caso di morte apparente, e che in ogni caso le prove di ciò che è avvenuto siano state manipolate dai discepoli.
Mai sentito niente di simile.
Quindi Lei afferma che Gesù sia morto con delle ferite sparse su tutto il corpo, lesioni interne, una quantità di sangue minima, dopodichè sia Risorto per via di un miracolo e le ferite siano scomparse?
Esattamente.
Da quanto tempo non fa un miracolo?
Questa è un’informazione riservata.
Ha in programma di farne?
Ha qualche idea?
La fame nel mondo, le guerre, le malattie…
E io cosa c’entro con questa roba?
Grazie di tutto Signore.
Si figuri, sono qui per questo.
Grazie ancora, arrivederci.


Tratto da "Le scritture di un Duedo in epoca universitaria"

5 commenti:

Mumucs ha detto...

molto bello davvero!

bibi ha detto...

ma dio nn risponde a niente!!! è un pacco!!

lethiz83 ha detto...

Cioè, visto che si era rotto il game boy ha deciso di fondere i sims con age of empires? astuto 'sto dio...

Quintin ha detto...

uahauahuahauh si si, un genio!

Marwich ha detto...

Mi scusi, signor Signore...avrei qualche domanda da porle circa cio` che ha detto a proposito dell'universo.
Lei disse che l'universo e` stato creato dal nulla e che prima della creazione c'era il nulla. Ora il primo quesito: se lei dice "c'era" il nulla, usando il verbo essere automaticamente presuppone l'esistenza (appunto il verbo essere o esistere) di qualcosa. Come puo` essere questo qualcosa il "nulla", se la definizione di nulla presuppone la non esistenza?
Il secondo quesito e` circa il tempo. E` sempre esistito o e` nato assieme al nostro universo? E nel caso fosse sempre esistito, perche` avrebbe scelto proprio quell'istante rispetto a un altro? La ringrazio per l'attenzione.