domenica 22 ottobre 2006

Dialoghi interiori

Una cosa che sta contornando questo periodo, e che lo distingue da tutti gli altri periodi contornabili, è il fatto di tralasciare qualunque cosa fino a non farla. E in me si scatena una lotta tra il senso del dovere e il senso del piacere (ovvero tutto il resto di me), ma che, almeno in questo periodo contornato da questa sindrome, non mi è molto d'aiuto.

Senso del dovere: "Guarda che c'è ancora l'affare dell'iscrizione all'università"
Quintin: "Si, lo devo fare uno di questi giorni"
Senso del dovere: "E poi ci sono quelle cose che hai promesso di fare al tuo amico"
Quintin: "Si, si, è che in questo periodo sono un po' incasinato"
Senso del dovere: "Veramente le cose che ti dovrebbero incasinare le stai trascurando tutte"
Quintin: "Eh caspita, lo vedi anche adesso sto facendo... sono proprio... cioè...
Senso del dovere: "Ma se sei seduto quì a bere birra e non fare niente da due mesi..."
Quintin: "No, eh va be'... E' che sto pensando molto in questi giorni..."
Senso del dovere (alzando il sopracciglio): "Si?"
Quintin (con fare maturo): "Certo, ci sono tante decisioni da prendere, scelte da fare..."
Senso del dovere: "E dopo aver fatto la scelta?"
Quintin: "Eh, è che ce n'è troppo, e poi... "
Senso del dovere (irritato): "Non so proprio che fare con te, dai alzati e vai a fare quello che devi fare"
Quintin: "Vuoi un bicchiere di birra?"
Senso del dovere (sedendosi): "Ok"

3 commenti:

bibi ha detto...

oh quintooooo =) bellinu il bloggu, l ho anche agiunto al link dei miei.. =) ghiauuuu =)

Mumucs ha detto...

questa cosa del senso del dovere mi si appiccica addosso perfettamente negli ultimi tempi. sarà colpa degli scissor sisters...mah

Quintin ha detto...

si, è colpa loro di sicuro