domenica 25 febbraio 2007

Alter Ego's (Dialoghi Interiori #3)

Quintin: fuori dai coglioni, voi. Sono io, ora, il padrone, quì.
Duedo: penso che dovremmo discuterne. E' un affare delicato, e dobbiamo affrontarlo tutti insieme.
Quintin: no.
Vicious: stai pure, a me non frega niente.
Duedo: Quintin, non penserai davvero di essere onnipresente?
Quintin: Duedo, non hai altro da fare? Vai a giocare, a leggerti un libro, che ne so. Basta che non stai quì a farmi venire l'ansia.
Duedo: l'ansia ce l'hai da quando io non ci bazzico molto, quì.
Quintin: perchè io vedo. Tu sei schermato in testa, amico. Che so, se ti faccio vedere un cd dei Doors raschiato a cacciavite tu sorridi e dici "eh, è bello lo stesso".
Duedo: perchè lo è.
Quintin: ma cosa stai dicendo? E' un sacrilegio! Poi vallo ad ascoltare... Io neanche me lo tengo, lo butto.
Duedo: io non lo butto, specialmente se non ne ho altri. E, se è troppo raschiato per ascoltarlo, almeno mi fa venire in mente le canzoni che conosco e che mi piacciono. Ecco perchè è bello uguale.
Vicious: i Doors? Ma che cazzo siete scemi?
Duedo sorride, Quintin si accende una sigaretta.
Vicious: io non ce la faccio ad ascoltarli. A parte che le canzoni sono tutte uguali, ma non hanno un cazzo di carica. Poi dai con sti '70... sono passati quasi 40 anni!
Quintin: ti hanno mai detto che sei un poverello? Smetti di dire stronzate. Vai (Quintin indica un punto impreciso in mezzo al bianco della dimensione) a fare in culo.
Duedo (trattenendo a stento una risata): smettila, non ti ha offeso nè altro.
Vicious: come se me ne fregasse qualcosa. Quintin sei sfigato, e ascolti musica da sfigati.
Quintin ride.
Vicious: che cazzo ridi?
Quintin: ma tu esci solo per dire coglionate? Torna nell'angolino a bere birra da solo, vai.
Duedo ride.
Vicious: minchia, anche tu? Non basta questo quì, anche tu ridi?
Duedo: non te la prendere, Vicious. Non rido di te, rido per come te l'ha detto e la faccia che hai fatto.
Vicious: coglioni. Comunque siamo in ritardo per il caffè.
Duedo: è vero! Allora, cosa c'è da fare?
Quintin: non ne ho idea.
Vicious: ...
Duedo: dai che prima c'è da cam-
Vicious: Se dobbiamo andare andiamo e basta.
Quintin si siede e stappa una bottiglia di vino.
Duedo: ok.
Vicious: ok.

6 commenti:

bibi ha detto...

l'ho sempre detto che mi manca duedoooooo e che era il mio preferito, ma non era cmq cosi dolce!!
duedooo dove seiiiii???

Idero ha detto...

poi sono io quello che va a letto col cuscino imbevuto di trielina eh?
auauahauhauha

Ubikindred ha detto...

Beh, immagino che significhi che se anche cade il governo, Prodi potrà passare un apio di volte col rosso ;-)

Quintin ha detto...

1, 10, 100.000 passi di una vita, con o senza trielina :)

bibi ha detto...

cee a proposito di trielina, oggi ho sognato che me la iniettavano e svenivo!!! :(

Quintin ha detto...

mi sa che più che svenire saresti morta un bel po'